Libreria

International Outlooks

Un ciclo di incontri in streaming per una prospettiva globale sul Covid-19

Dal Nord al Sud del mondo, dalle metropoli alle aree più rurali, la pandemia di Covid-19 ha colpito ovunque: ci ha reso più consapevoli della nostra vulnerabilità e ha ribadito che la salute è una questione globale e come tale va affrontata.

Proprio per confrontarsi sul tema del Covid-19 da un punto di vista globale e andare oltre le prospettive nazionali, nasce “Voices from the front line: the world during the Covid-19 pandemic”, un ciclo di incontri online organizzato da Medici con l’Africa Cuamm nell’ambito del progetto Italian Response to Covid-19 e realizzato con il contributo dell’Agenzia statunitense per lo sviluppo internazionale (USAID).

I cinque appuntamenti in programma raccoglieranno le testimonianze di chi, in varie parti del mondo, ha combattuto in prima linea contro il Covid-19: gli operatori della salute (medici, infermieri, ricercatori) e quelli delle organizzazioni pubbliche, private e non governative.

Dove sono state messe in atto le strategie più efficaci per dare continuità ai servizi sanitari, e in cosa consistono? I vaccini arriveranno nel Sud del mondo? Che impatto ha avuto il Covid sulla cooperazione internazionale? Quanto sono state colpite le donne e quanto è fondamentale il loro contributo per la ripartenza della società? Queste sono alcune domande a partire dalle quali cercheremo di individuare buone pratiche e modelli condivisibili in ambito internazionale.

Voices from the front line: the world during the Covid-19 pandemic

Gli incontri si terranno in lingua inglese e da fine maggio verranno trasmessi in live streaming sui canali Facebook e Youtube di Medici con l’Africa Cuamm.

Di seguito le registrazioni degli incontri:

La pandemia di Covid-19 ha reso le persone ovunque consapevoli della nostra vulnerabilità comune. Dove sono state messe in atto le strategie più efficaci per affrontare la pandemia continuando a garantire i servizi sanitari, e in cosa consistono? Diamo qui uno sguardo alle situazioni nei vari paesi per capire il nostro presente comune e i possibili futuri.”

Viviamo un tempo in cui le emergenze sono sempre più frequenti: emergenze climatiche, politiche, sanitarie, come l’attuale pandemia di Covid-19. Rispondere è la vera sfida che le organizzazioni internazionali devono affrontare. Dalla collaborazione tra organizzazioni private, pubbliche e no-profit possono arrivare delle buone pratiche per investire in quella che oggi chiamiamo “preparedness”.”

Che influenza ha avuto la pandemia di Covid sul fenomeno delle migrazioni? In che modo si può entrare in dialogo con il resto del mondo creando una rete tra persone e paesi in cui si cerca di comunicare al meglio quello che sta accadendo? Un esempio di ciò viene dalla regione Puglia.”

Sono le donne che nel nord e sud del mondo, in modi diversi, riescono a costruire le basi per società capaci di resistere e andare oltre le emergenze. Portano però sulle proprie spalle il peso di tutto ciò: minore occupazione, rischio di problemi sanitari per mancanza di cure, esposizione a violenza.”

Per visualizzare l'articolo intero occorre essere registrati.
Non hai un account? Iscriviti ora »

Argomenti

Lascia un commento